Pino Lorizio: la panchina biancoverde è ancora sua

11

Pino Lorizio sarà ancora alla guida dei leoni nella stagione 2022-23. Il tecnico Pugliese, che arriva così complessivamente alla sua 5^ panchina in maglia biancoverde, è stato confermato come primo allenatore dell’HRK Diana Group Motta di Livenza. 

Il primo vero tassello per la stagione che verrà, dunque, per affrontare un altro incredibile anno nel campionato di Serie A2. 

La notizia del tuo rinnovo era nell’aria, cosa ti lega a questi colori? 

Quando il Direttore sportivo Alessandro Carniel mi ha proposto il rinnovo per altri due anni è bastata una stretta di mano e ho accettato subito. Lavoro in sintonia con lui. Abbiamo la stessa visione della pallavolo e mi fa lavorare con serenità. Ci fidiamo l’uno dell’altro e abbiamo le stesse ambizioni. Non sono condizioni che si trovano facilmente da altre parti. Non è ancora il momento di andare via…. Abbiamo tante cose importanti da fare a Motta.”

Puoi anticiparci qualcosa sul prossimo roster? Che tipo di squadra sarà?

Posso dirvi solo che siamo alla ricerca di ragazzi ambiziosi, predisposti al sacrificio e con gli attributi. Un mix di giovani talenti e ragazzi esperti ma con la stessa voglia di migliorareindividualmente per far crescere la squadra. Gente che metta davanti il “noi rispetto all’ io”. Chi viene a giocare a Mottadeve sposare non solo il nostro progetto ma anche la mentalità.”

Anche nella stagione 22-23 saremo costretti a giocare lontani da Motta, come vedi questa condizione dopo l’esperienza dello scorso anno?

“Il mio pensiero è che è veramente vergognoso che per il secondo anno l’amministrazione comunale non abbia risolto il problema palazzetto. La cosa più grave è che non lo risolverà mai visto che non è previsto l’unico ampliamento che serviva, cioè quello che riguarda l’altezza del PalaGrassato. Se penso che questo club porta il nome di Motta in tutta italia, beh qualcuno dovrebbe rispondere di questa cosa. E, più che per la squadra, la mancanza dell’impianto è un freno soprattutto per la crescita della società

Le voci di mercato sugli altri roster sono importanti, che idea ti sei fatto del campionato?

L’ arrivo in A2 di squadre come Vibo e Ravenna farà salire notevolmente il livello tecnico e tutte le squadre si stanno rinforzando con investimenti che io sinceramente non comprendo. Sarà un campionato molto più difficile dell’anno scorso. Bisognerà essere realisti e capire che sarà difficile ripetere i risultati che abbiamo raggiunto l’anno passato, ma noi dobbiamo essere sempre affamati e ambiziosi. Queste due qualità devono far sempre parte del nostro dna.”

Per concludere, un pensiero ai tifosi

I nostri tifosi non hanno bisogno dei miei annunci. Sento solo di ringraziarli. Sono straordinari. La loro passione e il loro entusiasmo sono la benzina per le nostre motivazioni. Per questo mi arrabbio molto quando qualcuno non da sempre il massimo. Dare tutto sempre è un dovere verso se stessi, verso la maglia che si indossa e verso chi, come i nostri tifosi, ci sostiene con tutto il loro cuore. Spero che diventino ancora più numerosi!