Il derby è combattuto fino alla fine: Prata se lo aggiudica per 1-3

HRK MOTTA DI LIVENZA – TINET PRATA DI PORDENONE 1-3 (16-25, 22-25, 25-20, 23-25)

Il primo set è solo per metà combattuto, Motta si arrende agli ace e ai muri dei passerotti in un parziale che si conclude 17-25. Sicuramente più divertente il secondo parziale, l’HRK lotta e ci prova ma il risultano non cambia: è ancora set per la Tinet 22-25. Il terzo periodo di gioco rappresenta per Motta un ritorno alla partita, migliorano praticamente tutto e alla fine si aggiudicano il set 25-20. Nella quarta frazione i leoni recuperano break importanti e passano in vantaggio ma sul finale un grande Katalan mette tre ace consecutive e chiude le pratiche in un amen 23-25.

Boninfante ferma Lazzaretto a muro e firma il 1-3 per Prata. Secco Costa mani out 5-8, Trillini chiude la strada a Gutierrez e segna la parità 8-8. L’ace di Petras però spinge di nuovo indietro Motta 11-14. Prata con i muri allunga ancora e coach Lorizio ferma tutto 14-18, con l’ace Gutierrez si va sul 16-22. Il primo set si chiude con una battuta corta di Petras che mette in difficoltà i biancoverdi 17-25.

Trillini a muro apre il periodo, Prata scappa di nuovo ma Motta accorcia con Kordas 5-6. Petras continua a fare male dalla linea dei nove metri 6-10, La ricezione mottense fatica come non mai 9-14, Bruno out per tornare a respirare 15-17, Motta recupera un break con il turno al servizio di Pilotto 17-19.  Ma è ancora Prata a comandare con il mani out si ricava ben quattro set ball, sul 22-24 Battista con i piedi fa un vero è proprio miracolo e la squadra lo ricompensa mentre i decibel al PalaBarbazza si alzano. Kordas però sbaglia il servizio e la Tinet si porta sul 2-0.

Anche Secco Costa vuole dire la sua con gli ace 5-2, la sette di Trilini con Acquarone è uno spettacolo 7-4. Acquarone si mette in proprio e schianta giù il 13-7, l’ingresso di Pilotto porta una slash che Trillini mette a terra 20-15, il turno al servizio di Secco Costa consegna ace e sette set ball, è la magia di Acquarone per Kordas a rimettere tutto in discussione 25-20.

Con l’errore di Petras arriva anche il primo mini break di vantaggio per i biancoverdi 4-2, è il muro di Boninfante però a riportare avanti Prata 7-8. Lazzaretto a muro fa ombra e il vantaggio di Prata è disintegrato. Con Acuti letteralmente non si passa, freccia e vantaggio casalingo 15-14. Il finale è accesissimo con le squadre appaiate sul 19-19, l’invasione della Tinet significa 22-20 per i leoni ma il set e tutt’altro che chiuso: Katalan infila tre ace e chiude il match 23-25.

TABELLINO:

HRK MOTTA: Trillini 9, Cavasin ne, Schiro ne, Cunial ne, Pilotto, Bellanova ne, Secco Costa 13, Acuti 10, Kordas 18, Lazzaretto 7, Acquarone 1, Santi L, Battista L.

TINET PRATA: Baldazzi 1, Katalan 13, Pegoraro ne, De Paola 1, Scopelliti 3, Boninfante 4, Bruno 5, Gutierrez 28, Gambella ne, De Giovanni ne, Bortolozzo 1, Petras 21, Porro ne, De Angelis L.