SUPERLATIVA MOTTA:VINTA GARA1, ORA LA SERIE A E’ DAVVERO VICINA!

SUPERLATIVA MOTTA:VINTA GARA1, ORA LA SERIE A E’ DAVVERO VICINA!

MIRANDOLA (Modena) – Gara 1 di finale promozione è solo biancoverde, i Leoni dettano il ritmo, impongono il loro gioco e fanno gioire i numerosissimi (e rumorosissimi) tifosi accorsi a sostenerli. In un sabato magico per la Pallavolo Motta con la conquista anche della prima divisione, la Serie B si porta ad un solo passo dal sogno di una stagione.

LA PARTITA: Coach Barozzi schiera: Ghelfi G. al palleggio e Ghelfi F. opposto, Sartoretti e Bellei le bande, Rustichelli e Canossa in centro, Catellani libero.

Coach Barbon risponde con: Visentin in regia e Albergati sulla sua diagonale, Saibene e Scaltriti i posti 4, Moretti e Zanini i centrali, Lollato libero.

Il primo minibreak di vantaggio è a favore dei Leoni, complice qualche errore casalingo 2-4, il muro di Scaltriti mantiene i due punti di distanza 6-8, poi ancora lo Scaltro con il pallonetto e l’attacco out di Mirandola fanno scappare Motta sul + 5 8-13. Albergati ci mette il mani out e Moretti l’ace 9-15, l’opposto biancoverde è inarrestabile (22 punti nel match), passa sopra il muro e mette a segno il 13-18. Il primo tempo vincente di Moretti e la diagonale di Saibene costringono la panchina di casa al time out, 18-22. Si riprende a giocare, Albergati non trova le mani del muro e gli emiliani si riportano sotto 20-22 così chiama tempo coach Barbon. Albergati si fa immediatamente perdonare e con la diagonale del 20-23 poi il neo entrato Bortolato con la piazzata trascina i suoi al set ball, Mirandola sbaglia l’attacco e i nostri sono avanti 1-0 22-25.

Buono l’avvio dei padroni di casa che mettono subito la testa avanti 4-2, per il primo vantaggio biancoverde c’è bisogno dell’ace di Saibene 4-5, Albergati poi ci mette il muro 4-6 e Scaltriti è vincente in diagonale 6-9. Anche il capitano fa la voce grossa a muro 8-11, e Saibene gioca sulle mani avversarie 11-14, ancora un ace per Moretti e i Leoni volano sul +4 11-15. Mirandola però non molla e ricuce lo strappo trovando la parità sul 16-16, è ancora Albergati a portare avanti Motta 16-17, ma il vantaggio dura poco, la squadra di casa passa 18-17 e coach Barbon ferma il gioco. Alla ripresa Ghelfi F. trova l’ace e Mirandola allunga 19-17, poi qualche errore per i ragazzi di coach Barozzi e un’autentica magia di Visentin che salva un pallone ormai nell’altro campo regala la nuova parità ai nostri 20-20. Il finale del set è al cardiopalma, nessuna delle due squadre riesce a prendere il largo, il muro tetto di Moretti segna il 22-22, poi Albergati risponde ancora una volta presente 22-23 e il capitano è vincente a muro 22-24, Ghelfi F. però vanifica le lo sforzo biancoverde e il set va ai vantaggi 24-24, Saibene mette a terra una diagonale strettissima che fa alzare in piedi tutti i tifosi biancoverdi 24-25 ma ancora una volta Mirandola annulla il set point 25-25, una serie infinita di break e contro break finchè Albergati di carattere sigla il 27-28 poi sbaglia Ghelfi F. ed è 2-0 Motta 27-29.

La difesa casalinga non tiene l’attacco di Saibene e poi è positivo Zanini dal centro 1-2, gioca meglio Mirandola 5-3, Scaltriti prova a tenere vivi i suoi 8-6 ma ancora una volta Ghelfi F. trascina gli emiliani 10-7. Saibene allora gioca con il muro ed è di nuovo -2 12-10, i gialloblu vogliono allungare la partita e si riportano pericolosamente avanti 14-10, Bortolato tiene vive le speranze liventine 14-11, ma sono più cinici gli avversari 16-12, Motta fatica a trovare sbocchi vincenti 18-12, Bellei ci mette la pipe che apre il corridoio per il set 20-13, ancora in pipe Mirandola si prende il set ball 24-15, il primo tempo di De Giovanni per Zanini nega la prima palla set, poi è out l’attacco di Saibene che significa 25-16.

E’ Albergati show l’avvio del quarto periodo di gioco, la diagonale del 1-2, il muro del 2-4 e il pallonetto del 3-6. Moretti ci mette il primo tempo 4-7 e poi Scaltriti per il +5 4-9, ancora Moretti in attacco 6-10 poi Saibene passa sopra il muro 9-14. Albergati mani e fuori 11-16 i tifosi sono incontenibili e Capitan Visentin da ulteriore carica con la palla di prima intenzione14-19. Ci pensa “puma” ad infuocare il finale di set, prima il muro 14-20, poi sfonda le mani casalinghe 15-21 e poi il tap in che consegna il match ball 15-24. A mettere la parola fine ed invitare tutti al PalaGrassato per gara 2 è poi Zanini con il muro vincente!

L’appuntamento con la storia potrebbe concretizzarsi già sabato prossimo, 1 Giugno, al PalaGrassato alle ore 20.00. Un risultato positivo vorrebbe dire promozione in serie A3… quindi vi aspettiamo numerosi. Inizio partita ore 20.00, apertura ingressi alle 19.00