SALTA CON NOI CHE ANDIAMO IN SERIE A

SALTA CON NOI CHE ANDIAMO IN SERIE A

MOTTA DI LIVENZA – Il motto dei playoff è stato “La promessa”, e i ragazzi di coach Barbon questa promessa l’hanno onorata e mantenuta.

Davanti a più di 500 tifosi appassionati e rumorosi e nell’anno del 50^ anniversario della società,  Motta c’entra la vittoria più bella conquistando la Serie A3 e confermandosi assoluta protagonista del campionato appena concluso.

LA PARTITA: Coach Barozzi decide di scendere in campo: Guelfi G. al palleggio e Ghelfi F. opposto, al centro Rustichelli e Canossa, in posto quattro ci sono Bellei e Sartoretti, Catellani libero.

Tra il boato del pubblico coach Barbon schiera: Visentin in regia e Albergati sulla diagonale principe, Zanini e Moretti i centrali, in banda Scaltriti e Sabine, Lollato libero.

 

Il primo punto della partita è biancoverde grazie a Scaltriti sulle mani del muro, e il set rimane in equilibrio solo fino al 5-5 poi i Leoni iniziano a spingere sull’acceleratore. Albergati trova la parallela vincente e segna il primo break di vantaggio liventino 8-5. Sul +4 Motta, la panchina ospite ferma il gioco e il time out porta i suoi frutti, Mirandola trova una piccola reazione d’orgoglio  con Ghelfi cerca di restare aggrappata alla partita 12-10. I biancoverdi però giocano meglio e Zanini mette a terra il punto del 15-11, poi la pipe di Scaltriti per il +5 17-12. Albergati allora ci mette anche il muro 18-14, Canossa tiene vive le tenui speranze gialloblu 21-15, ma il set è a senso unico, la coppia Moretti-Saibene confeziona il set ball a muro 24-17 e allora il neo entrato Capua sbaglia la battuta e i Leoni vincono il primo set 25-19 1-0.

Anche la seconda frazione di gioco inizia con un punto dei padroni di casa,nello specifico un muro di Albergati, poi due punti di Visentin di prima intenzione fanno prendere il largo a Motta 5-3, Mirandola sbaglia troppo e coach Barozzi chiama tempo 9-5. Alla ripresa Zanini positivo in primo tempo e la pipe di Saibene siglano il 12-7, Moretti a muro per l’ulteriore allungo mottense 15-9 seguito dall’ace dello “Scaltro”, per gli emiliani c’è Ghelfi a trascinare la squadra 16-10, poi il buon turno al servizio di Sartoretti permette agli ospiti di respirare 17-12, Scaltro allora sale in cattedra prima sfonda il muro, poi ci mette il tap-in vincete e porta i suoi al set ball 24-15 Rustichelli sbaglia dal centro e Motta si porta ad un solo set dalla serie A.

Stratosferico avvio di parziale, Albergati ci mette due ace 5-1, e poi il lungo linea 7-2, Sartoretti trova il mani e out 9-4. Non sono domi i leoni, Visentin con la palla slash 12-4, poi Moretti dai nove metri 13-4 e il muro di Zanini per la doppia cifra di vantaggio 14-4. Sul 16-4 per mano di Albergati ferma il gioco la panchina ospite, c’è una sola squadra in campo Sartoretti sbaglia la battuta 17-5 e Albergati continua nel suo personale spettacolo 20-8 e 22-10 poi è apoteosi con l’ingresso di Gionchetti che prima mette a terra la pipe 23-10 poi registra l’ace 24-10 e alla fine sulla battuta out di Mirandola scoppia tutto il Palagrassato che come i ragazzi ci ha creduto e non ha mai mollato. Sono le 21 e 17 minuti,  e tutta Motta può finalmente gonfiarsi il petto e dire orgogliosamente SERIE A!